I premi per la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica, denominati “Giulio Natta” e “Nicolò Copernico”, vengono istituiti a Ferrara nel febbraio del 2003 per celebrare:

- il centenario della nascita di Giulio Natta (26.02.1903), Nobel per la Chimica (1963) per la scoperta del Polipropilene, che negli anni 50 svolse gran parte del suo lavoro proprio presso il petrolchimico ferrarese dando inizio all’era delle materie plastiche.

- il 500° anniversario del conferimento della laurea in Diritto Canonico a Nicolò Copernico avvenuta presso l’Ateneo ferrarese il 31 maggio 1503.

I Premi sono stati promossi dall’omonimo Comitato Fondatore e nascono da un’idea del Lions Club Portomaggiore-San Giorgio condivisa e supportata dal management del “Centro Ricerche Giulio Natta” di Ferrara di proprietà della Basell R&D, ora LyondellBasell. L’iniziativa è stata ben recepita ed accolta dalle Istituzioni pubbliche e private sia della Città Estense che a livello Nazionale e Internazionale.

Lo scopo principale dell’istituzione dei premi in oggetto è mirato alla divulgazione della Scienza e della Tecnica ed è finalizzato a stimolare e sostenere la Ricerca e la cultura scientifica.

I Premi “Giulio Natta” e “Nicolò Copernico” vengono attribuiti rispettivamente ad un ricercatore affermato nel campo della Chimica ed a giovani ricercatori italiani e stranieri segnalatisi al mondo scientifico per importanti risultati innovativi ottenuti in altri campi di ricerca.