Premio “Giulio Natta”

M.Sc. Robert Kirschbaum

Motivazioni
Robert Kirschbaum, nella veste di co-inventore, ha giocato un ruolo importante per la promozione delle plastiche di ingegneria di due materiali dalle elevate prestazioni come l’UHMwPE ed il Nylon 4.6:
Ha diretto un èquipe che ha sviluppato un tipo speciale di poliolefinico (UHMwPE) brevettato dalla DMS olandese con il nome di Dyneema; ha altresì sviluppato la tecnologia per trasformarlo nella fibra più forte al mondo per le eccellenti proprietà meccaniche di resistenza. Ha iniziato e portato a termine lo sviluppo del Nylon 4.6 ottenendo una resina di plastiche di ingegneria ad alte prestazioni (Stanyl) e dotandola di propr ... continua >>

Premio “Nicolò Copernico” per le Scienze Biomediche

Dott.ssa Ludovica Segat

Motivazioni
Il progetto scientifico proposto dalla Dott.ssa Ludovica Segat, Servizio di Genetica Medica, Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico materno infantile IRCCS “Burlo-Garofalo”, Trieste, ha come finalità l’individuazione di fattori genetici dell’ospite coinvolti nell’insorgenza di tumori genitali femminili associati all’infezione da virus Papilloma oncogeni (HPV). Lo studio ha come finalità l’individuazione e la validazione di marcatori per lo sviluppo di nuovi approcci preventivi e terapeutici per la cura di tumori genitali femminili di diverso grado di malignità. Gli approcci innovativi proposti dalla Dottoressa Segat so ... continua >>

Premio “Nicolò Copernico” per la Fisica

Dott. Matteo Mannini

Motivazioni
Matteo Mannini ha contribuito in maniera decisiva alla scoperta, pubblicata su Nature Materials, di una molecola contenente quattro ioni ferro che può essere organizzata, per ora solo a basse temperature, su superfici d’oro mantenendo la sua isteresi magnetica. Si avvicina così la possibilità di ottenere memorie in cui una molecola è equivalente ad un bit. Questo consentirà di aumentare enormemente le possibilità di calcolo e di memorizzazione dati nei sistemi informatico-digitali. Le ricerche sperimentali sono state realizzate nei laboratori dell’Università di Firenze e nei laboratori di luce di sincrotrone.

Biografia
Matteo Mann ... continua >>