Premio “Nicolò Copernico” per le Scienze Biomediche

Dott.ssa Chiara Orlandi

Motivazioni
La Dottoressa Chiara Orlandi si aggiudica la quinta Edizione del Premio Copernico 2007 con un progetto scientifico incentrato sull’identificazione di meccanismi intracellulari capaci di inibire la moltiplicazione del retrovirus oncogeno umano HTLV-1. Questo retrovirus induce linfomi e leucemie nell’uomo. L’approccio sperimentale è innovativo in quanto si propone di utilizzare recenti acquisizioni scientifiche per ostacolare la moltiplicazione di un retrovirus oncogeno e il conseguente blocco dell’induzione di neoplasie. Gli obiettivi della ricerca, molto focalizzati, appaiono raggiungibili utilizzando le metodiche proposte dalla candidata.
I risultati sperimentali appaiono trasferibili ad una fase pre-clinica rendendo quindi completo lo studio proposto.

La Commissione Scientifica del Premio Copernico
Ferrara, 03 febbraio 2007

Biografia
La Dr.ssa Chiara Orlandi è nata a Como il 16 giugno 1980.

Carriera:
2007: dottorato di ricerca in Medicina Sperimentale e Oncologia in “Analisi delle interazioni ospite-retrovirus” presso il laboratorio di Immunologia e Patologia Generale, Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche, Università dell’Insubria, Varese, Direttore: Prof. Roberto Accolla.
2006: biologo Borsista presso Dipartimento di Biotecnologie e Scienze Molecolari dell’Università dell’Insubria, Varese in collaborazione con School of Microbiology and Immunology, The University of New South Wales, Sydney, Australia.
2005: laurea in Scienze Biologiche all’Università degli Studi dell’Insubria. Votazione 107/110.

Campi di interesse scientifico:
studio dell’interazione cellula ospite-retrovirus: sviluppo di nuove terapie per l’inibizione della replicazione di retrovirus umani.

Pubblicazioni:
• Molteni M., Marabella D., Orlandi C., and Rossetti C. Melanoma cell lines are responsive in vitro to lipopolysaccharide and express TLR-4. Cancer Lett., 2006 Apr 8; 235(1):75-83
• Pomati F., Orlandi C., Clerici M., and Zuccato E. Elucidating principal effects and interactions within a complex mixture of pharmaceuticals at environmentally relevant concentrations in eukaryotic and prokaryotic in vitro systems. Abstract sottomesso al congresso SETAC (Society of Environmental toxicology and chemistry), 20-24 Maggio 2007, Porto, Portogallo.