Premio “Nicolò Copernico” per le Scienze Biomediche

Dott. Christian Faccinetto

Motivazioni
“Il progetto di ricerca presentato dal Dott. Christian Faccinetto, dal titolo: “Generazione di vettori adenovirali con tessuto specificità trascrizionale per la terapia genica anti-tumorale” è significativamente innovativo in quanto prevede la caratterizzazione e l’impiego di elementi molecolari in grado di conferire specificità trascrizionale a vettori utilizzati per la terapia genica dei tumori.
L’uso di questi elementi molecolari consente un approccio di frontiera alla ricerca nel settore. Inoltre, lo studio proposto delinea una strategia innovativa e polivalente per ridurre la tossicità sistemica dimostrata dai vari approcci di terapia genica, ed indirizzare l’espressione dei geni terapeutici specificamente nelle cellule tumorali, sfruttando le caratteristiche molecolari delle cellule tumorali stesse o la loro capacità di reagire a specifici trattamenti.
La mancanza di una sufficiente specificità di cellula/tessuto dei vettori per terapia genica è un elemento che sta limitando considerevolmente le potenzialità applicative di questa promettente strategia.
Il progetto appare ben articolato nelle fasi proposte mentre le tecniche molecolari sono di avanguardia.”

Ferrara, 14 maggio 2004

Biografia
- Nato a Busto Arsizio (VA) il 07.11.1974

Formazione

Attualmente Collaboro con il Laboratorio di Terapia Genica diretto dal Dott. Maurizio Scarpa, Dipartimento di pediatria Università di Padova.

Gennaio 2003 Iniziato Dottorato di ricerca triennale in “biologia della sviluppo e scienze della programmazione” presso Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova.

Marzo 2002 Laurea in Scienze Biologiche con corso di durata quinquennale, conseguita presso l’Università di Padova. Relatrice: Prof. M. L. Mostacciuolo.

Titolo della tesi: “Generazione e Caratterizzazione di Vettori Adenovirali per la cura della GVHD (graft versus host disease)”.

Luglio 1993 Maturità Tecnica con il Diploma di Perito Chimico conseguito presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Natta” di Padova.

Esperienze di lavoro

01/2003 Ho iniziato il primo anno del Dottorato di ricerca triennale in “biologia dello sviluppo e scienze della programmazione” presso il Dipartimento di Pediatria dell’Università di Padova.

02/2003-05/2003 Attività di ricerca presso l’istituto IRBM di Pomezia (Roma) nel laboratorio di Terapia Genica, diretto dal Dr. Nicola La Monica per lavori di collaborazione che prevedevano esperimenti di biologia molecolare e cellulare con la creazione, analisi ed utilizzo di vettori adenovirali Helper-Dependent.

2002-2003 Attività di ricerca presso l’Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei Tumori di Milano nel laboratorio diretto dal Prof. A. M. Gianni direttore dell’Unità Operativa Oncologica Medica C per quattro settimane distribuite nell’arco dei due anni che prevedevano il controllo di una terapia genica della GVHD utilizzando vettori adenovirali utilizzando tecniche di biologia molecolare e cellulare con utilizzo di tecniche quali citofluorimetro FACScan e purificazione cellulare con MACS.

03/2002-oggi Attività di ricerca presso il laboratorio di Terapia Genica, diretto dal Dr. M. Scarpa, Dipartimento di Pediatria e Centro di Biotecnologie (CRIBI) dell’Università di Padova.

Sviluppo di vettori adenovirali First Generation e Helper Dependent per la terapia genica dei tumori.

07/2000-03/2002 Internato di laurea presso il laboratorio di Terapia Genica diretto dal Dr. M. Scarpa, Dipartimento di Pediatria e Centro di Biotecnologie (CRIBI) dell’Università di Padova. La tesi ha avuto lo scopo di costruire dei vettori adenovirali che permettessero il trasferimento di un gene suicida, TK, controllato da un promotore specifico per i linfociti T. Ho dovuto verificare prima l’efficacia del costrutto genico e poi trasformarlo in un vettore adenovirale. Ho verificato in vitro l’efficacia del metodo che permette di colpire selettivamente un particolare tipo cellulare. Questo sistema potrebbe essere utilizzato nella GVHD, dove sono i linfociti T attivati ad iniziare la reazione immunitaria.

09/2000-12/2000 Borsa ERASMUS. Attività di ricerca presso il Cancer & Immunogenetics Laboratory di Sir Walter Bodmer, MA, Phd, FRCPath, FRS: studio dell’incidenza delle mutazioni nell’HLA (human antigen leukocyte), fattore di riconoscimento antigenico linfocitario. In tale laboratorio ho sviluppato esperienze di mutations detection e mutations screening utilizzando differenti tecniche di PCR.

Pubblicazioni

Rosella Tomanin, Adelaide Friso, Elisabetta Piller Puicher, Sabrina Alba, Christian Faccinetto e Maurizio Scarpa “Terapia genica di malattie metaboliche rare e di tumori”, BIONOVA, 2° Congresso sulle Biotecnologie, Padova. 28 Novembre- 1 Dicembre 2001.

In preparazione: “Evaluation of Immune Response Induced by High Dosage Administration of a Helper-Dependent Adenovirus Vector in Mice”. Christian Faccinetto, Adelaide Friso, Andrea Facciabene, Carmela Mennuni, Francesco Calvaruso, Nicola La Monica, Maurizio Scarpa and Rosella Tomanin.

Partecipazione a corsi e congressi
14-17 Novembre 2003 Edimburgo, 11th European Congress of Gene Therapy. Educational course e Congresso.

10-12 Ottobre 2003 Padova, International meeting on Mucopolysaccharidosis and LSDs.

4- 6 Giugno 2003 Padova, “Bionova” 3° Mostra Convegno sulle Biotecnologie e la Bioingegneria.

17 Maggio 2002 Padova, ADMO, Convegno Scientifico “Presente e futuro del trapianto di cellule staminali emopoietiche”.

28 Novembre- 1 Dicembre 2001 Padova, “Bionova”, 2° Mostra Convegno sulle Biotecnologie e la Bioingegneria. Partecipazione con un poster sulla Terapia Genica.

27-29 Novembre 1999 Padova, “Bionova, idee per la vita”, 1° Mostra Convegno sulle Biotecnologie e la Bioingegneria.