Premio “Giulio Natta” per la Chimica

Dr. Giampiero Morini

Motivazione
Nel corso della sua carriera ha contribuito alla scoperta, sviluppo e industrializzazione delle più recenti classi di catalizzatori Ziegler-Natta utilizzate nella polimerizzazione stereospecifica del propilene: oltre allo sviluppo di diversi catalizzatori basati su ftalati, è stato determinante nello sviluppo industriale dei catalizzatori di 5a generazione, basati su dieteri e succinati come donor interni, tutti utilizzati in diverse tecnologie di produzione di Polipropilene (Spheripol, Spherizone, Catalloy, tecnologie di terze parti).
La sua grande capacità di innovazione e visione strategica è stata dimostrata anche nello sviluppo di sistemi catalitici particolarmente attivi per la produzione di polibutene isotattico e di catalizzatori per la produzione di polietilene (LLDPE e HDPE) con processi in fase gas.

Biografia
Nato a Voghera (PV) nel 1958, si è laureato in Chimica presso l’ Università di Pavia nel 1983.

Ha lavorato per due anni come assistente del prof. Minisci al Politecnico di Milano nel campo della sintesi organica utilizzando reazioni di tipo radicalico. Dal 1986 lavora nell’ industria, prima in Montedison, poi in Himont, in Montell e in Basell Polyolefins aziende che hanno preceduto la formazione di LyondellBasell in cui è attualmente impiegato. Sin dall’ inizio della sua carriera si è sempre occupato di ricerca, lavorando su temi legati alla catalisi Ziegler-Natta ed alla sintesi di poliolefine, e ricoprendo diversi ruoli fino a diventare Direttore di Ricerca e Sviluppo nel 2005.

È responsabile per tutte le attività di ricerca svolte in LyondellBasell sui sistemi catalitici per la polimerizzazione delle olefine. Coautore di circa 120 invenzioni brevettate e 35 articoli pubblicati su riviste scientifiche, nel corso della sua carriera ha contribuito alla scoperta, sviluppo e industrializzazione delle più recenti classi di catalizzatori Ziegler-Natta utilizzate nella polimerizzazione stereospecifica del propilene, ha sviluppato sistemi catalitici particolarmente attivi per la produzione di polibutene isotattico, infine ha sviluppato catalizzatori per la produzione di polietilene (LLDPE e HDPE) con processi in fase gas.